Warning: array_shift() [function.array-shift]: The argument should be an array in /web/htdocs/www.calendariodelpopolo.it/home/config/ecran_securite.php on line 283
N. 714: Poeti contro. La poesia sociale nella letteratura italiana - Calendario del Popolo

N. 714: Poeti contro. La poesia sociale nella letteratura italiana

Postato da Redazione il 8 05 2013 in Chi siamo, Pubblicazioni, Numeri monografici

N. 714 – dicembre 2006

Poeti contro


la poesia sociale nella letteratura italiana

Monografia a cura di Antonio Catalfamo

Il numero è dedicato ad autori come Pascoli, Trilussa, Levi, Pasolini, alla cui opera è necessario conferire un notevole risalto: nella letteratura italiana sembra infatti poco saldo il legame tra poesia e popolo: «Vero compito della poesia […] è quello di disvelare l’uomo all’uomo, e può farlo nella misura in cui tratta questioni che interessano tutti. In tal senso è "sociale", perché riguarda gli uomini riuniti in società, che secondo la definizione gramsciana, soffrono e lottano per la loro emancipazione».

SOMMARIO


Premessa
Antonio Catalfamo

Giuseppe Gioacchino Belli e la corruzione della Roma papalina

Giuseppe Giusti: la satira feroce di un liberale moderato

Il 1848 in Europa e in Italia

Mario Rapisardi “scapigliato”

Olindo Guerrini: la poesia come “scandalo”

Giovanni Pascoli, giovane poeta anarchico

Il socialismo umanitario di Ada Negri

Il sorriso dolce-amaro di Trilussa

Ignazio Buttitta, erede di Omero

Salvatore Quasimodo: l’impegno di “rifare l’uomo”

Alfonso Gatto: la Resistenza come atto d’amore

Rocco Scotellaro, poeta del mondo contadino

Velso Mucci: il compagno venuto da lontano

Primo Levi: poesie sui lager per non dimenticare

Cesare Zavattini: il surrealismo della povera gente

Gianni Rodari: un nuovo mondo per grandi e piccini

Pier Paolo Pasolini e il “genocidio” delle culture subalterne